Home | Associazione | Festival | Guestbook | Contatti | Privacy
Associazione di promozione sociale iscritta nel Registro delle Associazioni della Regione Lazio con determina N.D2550 10/06/2005
Dicono di noi

"Ho avuto l'onore e il piacere di partecipare alle rassegne di Jazzflirt in più di una occasione. L'onore perché ho potuto conoscere delle bellissime persone dedite, che, con passione, mille sforzi e tanta umiltà, perseguono nel "dare" un'opportunità culturale a questo paese disastrato da questo punto di vista. Un piacere perché ho potuto condividere la mia musica con un pubblico attento, in location bellissime, e in una atmosfera di curiosità culturale, come può evincersi dalle programmazioni, attente a proposte non consone e non omologate al palinsesto nazionale."
Danilo Gallo - 2014
Jazzflirt Festival 2017 - XIII edizione

Il 17 e il 18 luglio saranno le prime due date della XIII edizione del Jazzflirt Festival che amplia la sua offerta grazie alla nuova collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Itri; due concerti di eccezione organizzati presso l’area spettacoli del Museo del Brigantaggio di Itri: l’apertura è affidata al trio Nigredo mentre a occuparsi della seconda serata sarà il trio Kin.

Due produzioni originali, come è nello stile di questa associazione che, nel corso delle varie edizioni, ha proposto giovani talenti e nomi prestigiosi provenienti da tutto il mondo. Anche in questa occasione si propongono due progetti di altissimo livello artistico: il trio Nigredo – composto da Francesco Diodati alla chitarra, Francesco Ponticelli al contrabbasso e Giovanni Iacovella alla batteria- e il trio Kin – composto da Francesco Diodati alla chitarra, Dan Kinzelman al sax e al clarinetto e Elias Stemeseder al piano; due trii che ruotano intorno al talentuoso Diodati eppure completamente differenti nell’assetto e nella ricerca sonora.

Kin Il primo, il trio Kin è un progetto italo-austriaco-americano: Elias Stemeseder -classe 1990, attualmente residente a New York- è l’astro nascente del piano jazz made in Austria; Francesco Diodati è chitarrista di punta del jazz contemporaneo dal respiro europeo e Dan Kinzelman –americano trasferitosi in Italia- è oramai star internazionale del sassofono.
Il trio è nato come produzione originale dell'edizione 2016 del Südtirol Jazzfestival Alto Adige, cifra distintiva dell’organico è l’alternanza tra momenti introspettivi ed episodi di grande tensione nella quale i tre componenti spingono fino all’estremo le possibilità espressive dei rispettivi strumenti che si inseguono e si sovrappongono con modalità uniche e ipnotiche:

E' come quando lanci un sasso nell'acqua – dicono i tre presentando la loro musica - e le onde si propagano: le segui anche se non sai dove vanno a finire, aspettando di raggiungere una meta ignota. Ci si sente come per aria sospesi su un filo, in una sorta di finale rimandato che poi arriva inaspettato.

Durante le esecuzioni vengono proposte composizioni originali affiancate a riletture dei Nirvana basate su una attenta ricerca timbrica che predilige le melodie semplici capaci di svelare il piccolo dettaglio.

Kin significa 'qualcuno della famiglia' e fra di noi c'è un legame di fratellanza musicale.

Temerari esploratori sonori sono capaci di rinnovarsi a ogni performance sorprendendo di continuo l’ascoltatore.

Sublime and angular lines […] They pick up each other’s phrases and stroll dreamily with them Alison Bentley

Nigredo Il trio Nigredo è, invece, una produzione originale e del tutto inedita dell’edizione 2017 del Jazzflirt festival.
Parte del processo di spiritualizzazione della materia e materializzazione dello spirito, la nigredo è una delle fasi da cui è composto lo sviluppo dell’opera alchemica, il cui obbiettivo è quello di cercare e trovare carburante all’interno della materia decomposta, trasformando così del semplice materiale fisico in “oro spirituale”.
Nonostante sia la fase più oscura del processo alchemico, il caos da cui essa stessa è caratterizzata incarna il caos primigenio dal quale ogni cosa può nascere e prendere forma.
Per questo motivo, viene spesso associata alla divinità creatrice, o alla scintilla originale da cui tutto si è palesato.
L’obbiettivo di questo progetto è quello di ricercare, sotto la guida della pratica dell’improvvisazione e attraverso la decomposizione di forme e strutture musicali complesse, una luce che abbia come base del materiale semplice e fruibile, capace di toccare le profondità del suono e dello spirito.



Questo il programma:

lunedì 17 luglio 2017 – ore 21.30 (ingresso 5 euro)
Itri – Museo del Brigantaggio

Nigredo
Francesco Diodati – chitarra
Francesco Ponticelli – contrabbasso
Giovanni Iacovella – batterie e oggetti

---

martedi 18 luglio 2017 – ore 21.30 (ingresso 5 euro)
Itri – Museo del Brigantaggio

Kin
Francesco Diodati – chitarra
Dan Kinzelman – sassofono, clarinetto
Elias Stemeseder – piano



Info: 339-5769745 / 338-6924358 / 349 6444651
www.jazzflirt.net - info@jazzflirt.net
Tesseramento

È in corso la campagna tesseramenti per l'anno sociale 2017: un modo tangibile per sostenere le attività dell'associazione e partecipare in prima persona all'organizzazione degli eventi.
Per informazioni recatevi nell'area Soci, cliccando qui oppure contattate direttamente il numero 338/6924358
© 2010 - Jazzflirt - Musica & altri Amori Via della Torre, 6 04023 Formia (LT)
Associazione di promozione sociale - C.F. 90036040591 – P.I. 02234320592
Web Designer - Grazia Tramontano